Selezione di IPA: Ofelia Birrificio Artigianale (12pz)

  • In Offerta
  • Prezzo di listino €54,00
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.


Scopri la nostra Farm: Ofelia Birrificio Artigianale 

Questo box ti permette di assaggiare una selezione di Birre IPA, speziate, profumate e dal sapore intenso. Il Kit è composto da 

- 4 pz. 33cl AMITABH  (gradi 4.8%)

- 4 pz. 33cl UILL IU BAI (gradi 5.2%)

- 4 pz. 33cl DIPALICIOUS (gradi 7.6%)

 

AMITABH :  Birra accattivante, gusto deciso, pieno e con una bella bilanciatura fra la parte maltata e quella luppolata. È una ipa in pieno stile inglese, con la giusta importanza data al malto e all’amaro finale.
Amitabh è il nome della star più acclamata di Bollywood, attore, produttore e presentatore citato anche dal film “The millionaire”.

RICONOSCIMENTI:
*”Birra Slow” per Slow Food nella guida alle birre d’Italia 2021

*Medaglia di bronzo cat. 9 a Birra dell’anno 2018
*”Grande birra” per Slow Food nella guida alle birre d’Italia 2019
*Medaglia d’argento ENGLISH IPA
Barcelona Beer Challenge 2018
*Medaglia d’argento ENGLISH IPA
Barcelona Beer Challenge 2016

DESCRIZIONE
Dedicata a una delle star di Bollywood più acclamate, Amitabh Bachchan, è anche un omaggio alle originali India Pale Ale, di scuola inglese.
L’elegante colore dorato carico, con lievi riflessi ramati che fanno capolino nella lieve opalescenza e la schiuma bianca, fine e persistente,sonoil biglietto d’ingresso ideale.
I profumi, molto puliti, danzano tra il fruttato, con sentori di pesca bianca e prugna, il toffee e il biscottato dei malti, l’erbaceo e un lieve agrumato.
Il suo vero carattere lo svela appieno solo all’assaggio, con un ingresso morbido, rotondo, sui sentori di malto, che richiamano il biscotto percepito al naso e il caramello, poi vira verso un finale secco e pepato che preparano il palato a un intrigante finale amarognolo, lungo e persistente, con aromi terrosi, di sottobosco, ed erbacei. Il corpo medio raccorda il tutto, nasconde del tutto la sensazione alcolica e invoglia alla seconda pinta.
Bella declinazione, in stile, con un bell’equilibrio tra malti e luppoli e un basso grado alcolico che riportano in pieno alla tradizione delle IPA inglesi.
La Amitabh è una bella declinazione, in stile, delle IPA inglesi,da cui si discosta forse per l’eccessiva pulizia nei profumi, rientrando però in pieno nella mano, gentile, di Andrea, che doma i luppoli inglesi, facendone risaltare le parti più piacevoli e contenendone molto gli eccessi: il terroso, in questa birra, è persino elegante.
Colpisce per il bilanciamento tra malti e luppoli e non conosce stagioni: da ordinare al bancone del pub a tutte le ore e tutto l’anno; può dare grandi soddisfazioni anche in abbinamento al cibo.
(Andrea Camaschella)

 

UILL IU BAI: Dal colore ambrato chiaro. Al naso profumi di frutta tropicale, rinfrescati da note balsamiche date al luppolo simicoe in dry hopping. In bocca la birra è secca, con gusto pieno e finale amaro che la rende beverina e dissetante. Uill iu bai (will you buy? – Vuoi comprare, vù cumprà – scritta ironicamente in inglese “maccaronico”) era probabilmente la prima frase che gli emigrati italiani del secolo scorso imparavano appena sbarcati negli Stati Uniti e usavano per cercare di vendere manufatti artigianali.

RICONOSCIMENTI:
“Grande” per Slow Food
Guida alle birre d’Italia 2017

Medaglia di bronzo
Birra dell’anno Unionbirrai 2015

DESCRIZIONE
Nel bicchiere si presenta dorata, limpida, con schiuma di grana fine, bianca, compatta e persistente.
L’olfatto è ricco, con i luppoli della costa occidentale degli USA che dominano la scena con uno spettro ampio e intrigante: dai classici agrumi, pompelmo in testa, ai frutti tropicali (litchi, frutto della passione), da fruttato (albicocca) a erbaceo, fino a floreale. Profumi freschi, quasi balsamici, e invitanti che in parte si ritrovano anche all’assaggio.
In bocca conferma quanto intuito al naso, con una progressione, contrastata dalla base di malti e dai sentori tropicali, di mango, verso l’amaro che si accentuata sul finale della bevuta, piacevolmente secco e con un lieve tocco piccante che lasciano il palato fresco e pronto a un nuovo sorso, mentre nel retrogusto, lungo e persistente, le note di pompelmo sovrastano quelle resinose. Il corpo medio-leggero e la carbonatazione ne accentuano la freschezza e la facilità di beva, contenendo molto bene la sensazione di alcol.
Gli emigrati italiani, appena sbarcati a New York, imparavano le prime frasi di sopravvivenza, tra cui “willyoubuy?” (vuoi comprare? In pratica un “vu cumprà?” ante litteram) pronunciato appunto uilliu bai. Il nome, scherzosamente, ricorda quei tempi e richiama appunto la faticosa conquista degli Stati Uniti. La UillIu Bai, del resto, è una American Pale Ale, aderente allo stile, in cui l’estro italiano è comunque evidente, con una bella ricerca di aromi e sapori, ben bilanciati tra di loro, che ne fanno una birra di carattere, fresca, piacevole e dissetante. Da bere in qualsiasi momento e situazione: da soli o in compagnia, al pub come al ristorante.
(Andrea Camaschella)

DIPALICIOUS: Double ipa dal colore ambrato, robusta e decisa, al naso spiccano profumi di frutta tropicale e agrumi, sopattutto pompelmo e arancia amara. Gusto pieno, amaro lungo e deciso, bilanciato dalla parte maltata che dona note di caramello. Dipalicious, è un gioco di parole legato allo stile della birra Dipa…licious.

DESCRIZIONE
Basta un sorso di Dipalicious per trovarsi immersi nel tramonto nella baia di San Francisco, con il Golden Gate in controluce e il mare increspato. I profumi, freschi, di frutta, con qualche tono esotico e tropicale, agrumi, erbe e poi un ingresso in bocca con una punta di caramello, ma è un attimo: subito si presenta con il suo carattere deciso, secco, a puntare verso l’amaro finale. Gran carattere eppure bilanciata, col corpo che raccorda fino a nascondere l’alcol e svelarlo solo, lievemente, nel retrogusto, finale lungo ma non troppo, di nuovo tra frutta, ora meno acerba che al naso, e agrumi. Una double IPA attuale e contemporanea e al tempo stesso nel pieno della tradizione della West Coast statunitense. E in quanto tale tanto pericolosamente facile da bere, nel suo chiamare il sorso successivo, quanto appagante. (Andrea Camaschella)