Cà San Sebastiano

La storia della Cantina Pierino Vellano ha origini molto antiche, più nello specifico nella calata di Carlo V in Italia nel XVI secolo, quando la famiglia Vellano, di origine Borgognona, era al seguito dell’ imperatore il quale la aveva ripagata dei servizi resi con terre che furono subito piantate a vite. Fu così che venne costruita la prima cantina, scavando nella roccia di tufo, che venne sfruttata sino alla fine del XVII secolo quando venne costruita la seconda cantina, oggi sede della SPA Acquavitae.

Ma la vera leggenda nasce al momento della costruzione della terza cantina di vinificazione, nel 1867, presto ribattezzata Cantinone, in quanto non si trattava di una sola cantina bensì di tre cantine collegate. Infatti Dionigi Vellano, prozio dell’attuale proprietario, l’aveva dovuta costruire così per i suoi tre nipoti i quali erano incapaci di lavorare in armonia e cooperazione. E fu proprio qui che, durante i lavori di restaurazione di circa dieci anni fa, venne ritrovata una statuetta egizia del VI secolo A.C. raffigurante il dio Osiride.