Castello di Buttrio

Storia di un rito che si ripete da generazioni nei colli orientali del Friuli.

Interpretare in vino lo spirito di Castello di Buttrio è un impegno che si misura in un tempo lento, fatto di stagioni passate in vigna, di quotidiano lavoro, di riposo in cantina. Di riti che innestano il presente nel passato e nel futuro, nel rispetto di una terra generosa che sa ricompensare chi custodisce la sua essenza.

Castello di Buttrio nasce agli inizi degli anni Novanta, quando Marco Felluga acquista queste terre. Ora è la storia di sua figlia Alessandra che ha dato inizio ad un lavoro di attento recupero; un accurato impegno nel rispetto di un luogo di antica memoria in cui tutto, dalle vigne alla terra, dal castello ai rustici richiede nuova linfa vitale.


Grazie alla tenacia e alla devozione di Alessandra, vignaiola di quinta generazione, oggi Castello di Buttrio è uno scrigno di saperi del vino, di valori, di affetti. Di un tempo da custodire e da tramandare alle sue figlie in un’eredità viva e preziosa che porta il segno del suo stile e dà continuità a una lunga tradizione familiare.


E’ questa fitta trama di persone, luoghi, tempi e attenzioni che da vita ad una collezione di vini capaci di coronare l’attesa in un momento di perfetta armonia, da assaporare in un calice. E che si perpetua nel disegno delle etichette, ispirate ai manufatti dell’antica tradizione tessile friulana, testimoniata da alcuni ritrovamenti nella storia del castello.